Un posto per me: rispondiamo ad alcuni quesiti

Un posto per me: rispondiamo ad alcuni quesiti 16 Marzo 2017

A seguito del ciclo di incontri di "Un posto per me" rispondiamo ad alcune delle domande più frequenti che ci sono state poste da chi ha richiesto informazioni sull'iniziativa.

Di cosa si tratta?

"Un posto per me" è una pausa, che permette di riappropriarsi della necessità  di ognuno di noi di poter utilizzare la nostra parte più bambina e creativa e al contempo di poter riflettere su di noi, sui nostri bisogni e sui nostri desideri, in un clima intimo e di non giudizio.

A chi si rivolge?

Genitori che hanno voglia/bisogno di "ricaricare le pile"

Chi conduce gli incontri?

Gli incontri sono condotti dalla dott.ssa Vittorina Buttafuoco e dalla dott.ssa Maria Iannì, psicoterapeute, analiste transazionali.

"Perché la conchiglia, la sabbia e la stella marina a novembre, le vacanze ormai sono finite da tempo!" (rispetto al primo incontro di novembre); "perché la conchiglia, la sabbia e la stella marina a febbraio? le vacanze sono ancora lontane!" (rispetto al secondo incontro). "A me quella cartolina non dice nulla, non è un paesaggio rilassante"... e ancora... "E chi ama la montagna?"

Seppur un'immagine non adeguata ed efficace dal punto di vista del marketing per NOI si è trattato di una scelta fatta in maniera consapevole; l'utilizzo di quell'immagine un po' fuori moda, da cartolina di tempi passati e di vacanze al mare, vuole trasmettere proprio ciò che è l'essenza di "Un posto per me" e cioè un Luogo-Tempo che aiuti a costruire una breve esperienza fuori dalla quotidianità , dove, chi è genitore, può ritagliarsi un posto per sé.

Cosa si fa durante l'incontro?

Non è una terapia di gruppo, non è un gruppo di consapevolezza! E' l'opportunità  di trascorrere due ore, in gruppo, con un tema centrale che fa da filo conduttore, in cui vengono proposti giochi o attività  di tipo creativo, a cui segue un momento in cui si mette in comune quanto ciascuno ha fatto, e su esso ci si confronta e ci si racconta.
Viene preparato anche un piccolo buffet, che favorisce momenti di scambio informali e permette ai partecipanti di arrivare all'incontro, di solito a cavallo dell'ora di cena, meno affannati e di corsa.

Lascia un commento
Accetto l'informativa sulla privacy

Articoli Correlati

Essenza del Profumo: progetto un posto per me
Un posto per me: l’essenza del profumo

Un posto per me è uno spazio-tempo per genitori che sentono la necessità  di ritagliarsi un posto per sè.

Leggi tutto
aperitivo genitori
Aperitivo Un posto per me: indicazioni per stare meglio

Le vacanze sono un lontano ricordo… … . ed il fatto di essere genitore complica ed accentua la fatica, lo stress e la stanchezza del vivere quotidiano, in famiglia, a lavoro e nei vari ambienti frequentati… … . quanto mi prendo cura di me? quanto spazio dedico alla ricerca o mantenimento del mio benessere? cosa […]

Leggi tutto
terapia gruppo donne
Gruppo percorsi di donna – Terza edizione

A seguito della partecipazione ai precedenti gruppi di consapevolezza “Percorsi di donna” abbiamo deciso di riproporre una terza edizione per offrire un Posto, fisico e mentale, in cui donne in Gruppo possano confrontarsi, esprimersi, condividere pensieri ed emozioni rispetto alla difficile gestione della quotidianità … . ruoli che si intersecano, senso di frustrazione o inadeguatezza, sensazione […]

Leggi tutto
Hai bisogno di aiuto?Prenota un colloquio